Regolamento

TRANS D’HAVET, 50 MIGLIA DELLE PICCOLE DOLOMITI

PIOVENE ROCCHETTE - VALDAGNO (VI) 22.07.2017

 

art. 1 Organizzazione.

L’associazione sportiva dilettantistica Ultrabericus Team, affiliata A.S.I., in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini sezioni di Vicenza e Valdagno, organizza la sesta edizione della gara di Ultra Trail Running, corsa in natura su lunga distanza, denominata Trans d’Havet che si svolgerà sabato 22 luglio 2017.

art.2 - Accettazione del regolamento

La Trans d’Havet si svolgerà in conformità al presente regolamento, ed alle eventuali modifiche ed agli avvisi che saranno pubblicati nel sito web ufficiale www.transdhavet.it.

La partecipazione alla Trans d’Havet comporta da parte dei concorrenti iscritti l’accettazione in tutte le sue parti e senza riserve del presente regolamento.

I concorrenti sono inoltre tenuti al rispetto del codice della strada, in particolare nei tratti in cui il tracciato attraversa la viabilità ordinaria, che non sarà chiusa al traffico veicolare.

Con l’iscrizione ogni concorrente si impegna a rispettare questo regolamento e libera gli organizzatori da ogni responsabilità civile o penale per qualsiasi eventuale incidente o accidente, per danni a persone o cose a lui derivati o da sé causati, che possano verificarsi durante la manifestazione.

art. 3 Prova.

Corsa a piedi in ambiente naturale, che percorre attraverso sentieri, mulattiere e carrarecce il periplo delle Piccole Dolomiti Vicentine, da Piovene Rocchette (VI) a Valdagno (VI). Il tracciato si svolge su sentieri con classificazione C.A.I. T (turistico), E (escursionistico), EE (per escursionisti esperti), ad una quota altimetrica compresa tra m 250 e m 2250. Sul medesimo tracciato si correranno due prove:

- Ultra, percorso di circa 80 Km con dislivello positivo di circa 5500 metri, partenza alle ore 0.00 del 22.07.2017 da Piovene Rocchette (Vi) e arrivo a Valdagno (Vi), questa prova è inserita nel calendario internazionale I.T.R.A. ed è qualificante ai fini del relativo punteggio;

- Trail Marathon, percorso di circa 40 Km con dislivello positivo di circa 2500 metri, partenza alle ore 9.00 del 22.07.2017 da località Passo Pian delle Fugazze (Tn) e arrivo a Valdagno (Vi), questa prova è inserita nel calendario internazionale I.T.R.A. ed è qualificante ai fini del relativo punteggio.

art. 4 Partecipazione.

La gara è aperta a tutte le persone, uomini e donne, che abbiano compiuto 18 anni alla data di svolgimento della corsa, in possesso di certificato medico sportivo di ioneità all’attività agonistica (per gli atleti italiani D.M. 18.02.1982 tab. B) in corso di validità alla data di svolgimento della corsa e riconosciuto dalla nazione di residenza, indipendentemente dalla loro appartenenza a società o federazioni sportive.

Non sono previste limitazioni all’accettazione dei concorrenti in relazione alle loro capacità tecniche, tuttavia poiché il percorso comprende numerosi passaggi in quota e le condizioni possono essere molto difficili (notte, vento, freddo, pioggia o neve), un accurato allenamento, una buona esperienza escursionistica e una reale capacità d'autonomia personale sono indispensabili. Prima di procedere all’iscrizione alla Trans d’Havet é quindi vivamente consigliato aver già partecipato ad altri ultra trail in ambiente alpino.

art. 5 Semi-autosufficienza.

La gara è in semi-autosufficienza idrica e alimentare. Dei posti di ristoro saranno approvvigionati di cibo ed acqua potabile. In nessun posto di ristoro saranno disponibili i bicchieri in plastica, per bere i corridori devono munirsi di bicchiere o altro contenitore personale adatto all'uso. Ogni corridore dovrà accertarsi di disporre, alla partenza da ogni posto di ristoro, della quantità d'acqua minima prevista come materiale obbligatorio e della sufficiente riserva alimentare che gli saranno necessarie per arrivare al successivo posto di ristoro. L'assistenza personale lungo il percorso è vietata. L'assistenza personale è permessa solo negli appositi spazi riservati dall’organizzazione in prossimità dei ristori. E' proibito farsi accompagnare sul percorso da un'altra persona che non sia regolarmente iscritta.

art. 6 Modalità d'iscrizione.

Le iscrizioni si apriranno il 20 marzo 2017 e si chiuderanno il 10 luglio 2017. In ogni caso le iscrizioni verranno comunque chiuse al raggiungimento di 600 iscritti complessivi tra Ultra e Marathon. L’organizzazione si riserva di assegnare wild cards a propria discrezione anche in eccedenza al numero massimo di iscrizioni disponibili.

Le iscrizioni dovranno essere fatte esclusivamente on line, con pagamento a mezzo carta di credito, attraverso l’apposito link sul sito internet ufficiale della gara www.transdhavet.it che rimanda al gestore delle iscrizioni iscrizioni.wedosport.net.

Copia del certificato medico in corso di validità dovrà essere caricata entro il 10.07.2017 sul sito iscrizioni.wedosport.net, accedendo alla propria pagina con le stesse credenziali utilizzate per registrarsi al momento dell’iscrizione. Nel caso in cui il concorrente iscritto non fornisca il certificato medico sportivo il pettorale non potrà essere consegnato ed il concorrente non potrà prendere parte alla gara, senza diritto ad alcun rimborso della quota di iscrizione. Non vengono accettate iscrizioni e consegne di certificati medici al ritiro pettorali o alla partenza.

art. 7 Quote di iscrizione

Le quote di iscrizione sono le seguenti:

dal 20.03.2017 al 15.05.2017 euro 75,00 per l’Ultra ed euro 45,00 per la Marathon;

dal 16.05.2017 al 10.07.2017 euro 85,00 per l’Ultra ed euro 50,00 per la Marathon.

Il pagamento dell’iscrizione comprende tutti i servizi descritti nel presente regolamento, il buffet all'arrivo, tutta l'assistenza, i rifornimenti in gara, il trasporto con navetta dalla base gara alla partenza ed eventuali trasporti di rientro in caso di ritiro. Le quote sono omnicomprensive e non sono applicate commissioni.

art. 8 Rimborso quote iscrizione.

In caso di rinuncia alla partecipazione, per qualsiasi motivo, non è previsto in nessun caso il rimborso della quota di iscrizione, né la cessione del pettorale ad altro concorrente, né il trasferimento dell’iscrizione all’edizione successiva.

art. 9 Materiale obbligatorio.

Con l'iscrizione ogni corridore sottoscrive l'impegno a portare con sé tutto il materiale obbligatorio sottoelencato durante tutta la corsa, pena la squalifica. Il materiale obbligatorio potrà essere controllato al ritiro del pettorale, alla partenza, in posizioni a sorpresa lungo il percorso e all’arrivo.

Materiale obbligatorio:

- borraccia o altro contenitore con minimo 1 litro d’acqua,

- lampada frontale funzionante, con pile di ricambio,

- telo termico di sopravvivenza,

- fischietto,

- giacca a vento atta a sopportare condizioni di cattivo tempo in montagna del peso minimo di 200 grammi,

- pantalone lungo almeno fino a sotto il ginocchio,

- maglia a maniche lunghe,

- cappello o bandana,

- bicchiere personale di capienza minima 150 cc (la borraccia se a tappo largo è valida come bicchiere).

Materiale fortemente raccomandato:

- scarpe da trail running,

- telefono cellulare (inserire il numero di soccorso dell'organizzazione, non mascherare il numero e non dimenticare di partire con la batteria carica),

- carta del percorso pubblicata sul sito della corsa,

- indumenti caldi indispensabili in caso di tempo previsto freddo,

- banda elastica adesiva adatta a fare una fasciatura o strapping.

Il contenitore da 1 litro d’acqua dovrà essere pieno alla partenza ed all’uscita dai punti di ristoro.

Il concorrente che desidera utilizzare i bastoncini deve tenerli con sé per tutta la durata della corsa.

art. 10 Pettorali

Ogni pettorale è rimesso individualmente ad ogni concorrente su presentazione di un documento d'identità con foto. Il pettorale non potrà essere consegnato in assenza di copia del certificato medico.

Il pettorale deve essere portato sul petto o sul ventre ed essere reso visibile sempre nella sua totalità durante tutta la corsa. Deve essere quindi posizionato sopra tutti gli indumenti ed in nessun caso fissato altrove. Prima dello start ogni corridore deve obbligatoriamente passare per i cancelli d'ingresso alla zona chiusa di partenza per farsi registrare. Al passaggio da un punto di controllo ed all'arrivo il corridore deve assicurarsi di essere stato regolarmente registrato. La punzonatura è indispensabile poiché il riscontro tra due controlli successivi permette di accertare che non vi siano concorrenti mancanti. In caso di omessa registrazione del passaggio e del conseguente avvio delle ricerche del corridore, ogni spesa derivante verrà addebitata al corridore stesso. Il pettorale è il lascia-passare necessario per accedere alle navette, bus, aree di rifornimento, docce eccetera.

art. 11 Sicurezza ed assistenza medica.

In corrispondenza dei ristori è stabilito un posto di chiamata di soccorso. Questi posti sono collegati via radio o via telefono con la direzione di gara. Saranno presenti sul territorio ambulanze, protezione civile e medici.

I posti di soccorso sono destinati a portare assistenza a tutte le persone in pericolo con i mezzi propri dell'organizzazione o tramite organismi convenzionati. I medici ufficiali sono abilitati a sospendere i concorrenti giudicati inadatti a continuare la gara. I soccorritori sono abilitati ad evacuare con tutti i mezzi di loro convenienza i corridori giudicati in pericolo.

In caso di necessità, per delle ragioni che siano nell'interesse della persona soccorsa, solo ed esclusivamente a giudizio dell'organizzazione, si farà appello al soccorso ufficiale, che subentrerà nella direzione delle operazioni e metterà in opera tutti i mezzi appropriati, compreso l'elicottero. Le eventuali spese derivanti dall'impiego di questi mezzi eccezionali saranno a carico della persona soccorsa secondo le norme vigenti.

Un corridore che fa appello ad un medico o ad un soccorritore si sottomette di fatto alla sua autorità e si impegna a rispettare le sue decisioni.

art. 12 Posto di controllo e posti di rifornimento.

Il rilevamento dei concorrenti è effettuato in tutti i posti di controllo o ai ristori. Solo i corridori portatori di pettorale ben visibile hanno accesso ai posti di rifornimento.

Sul sito www.transdhavet.it sarà pubblicata la carta del percorso che identificherà i ristori e punti di soccorso. Dei posti di controllo "volanti" saranno posizionati in altri luoghi al di fuori dei posti di soccorso e di ristoro. La loro localizzazione non sarà comunicata dall'organizzazione.

art. 13 Tempo massimo autorizzato e barriere orarie.

Il tempo massimo della prova Ultra Trail, per la totalità del percorso, è fissato in 23 ore. Il tempo massimo della prova Trail Marathon, per la totalità del percorso, è fissato in 14 ore. Gli orari limite di partenza (barriere orarie) dai principali posti di controllo saranno definiti e indicati nella carta del percorso. Queste barriere sono calcolate per permettere ai partecipanti di raggiungere l'arrivo nei tempi massimi imposti, effettuando comunque eventuali fermate (riposo, pasti,...). Per essere autorizzati a continuare la prova, i concorrenti devono ripartire dal posto di controllo prima dell'ora limite fissata.

In caso contrario saranno squalificati, e il pettorale ritirato. Il concorrente che volesse continuare senza pettorale, fuori gara, lo farà assumendosi ogni responsabilità in ordine alle conseguenze che potrebbero derivargli.

In caso di cattive condizioni meteorologiche e/o per ragioni di sicurezza, l'organizzazione si riserva il diritto di sospendere la prova in corso, ritardare la partenza, variare il percorso, modificare le barriere orarie o annullare la gara, senza alcun preavviso.

art. 14 Abbandoni e rientri.

In caso di abbandono della corsa lungo il percorso, il concorrente è obbligato a comunicare il proprio abbandono facendosi registrare come ritirato al posto radio del più vicino punto di controllo; l'organizzazione si farà carico del suo rientro dal posto di controllo stesso alla base di Valdagno (Vi); non è garantito il rientro dei ritirati al di fuori dei posti di controllo se non in caso di infortunio. In caso di mancata comunicazione di un ritiro e del conseguente avvio delle ricerche del concorrente, ogni spesa derivante verrà addebitata al concorrente stesso.

art. 15 Penalità – squalifiche.

I concorrenti non trovati in possesso anche di un solo elemento del proprio materiale obbligatorio saranno immediatamente squalificati, senza alcuna possibilità di appello su questa sanzione. Le irregolarità accertate anche a mezzo di immagini video pervenute all'organizzazione dopo la gara, potranno causare squalifiche. La Giuria della gara di cui al successivo art. 17 può pronunciare la squalifica di un concorrente, in caso di mancanza grave al regolamento, in particolare di:

- pettorale portato in modo non conforme,

- scambio di pettorale,

- mancato passaggio ad un posto di controllo,

- mancanza di parte o della totalità del materiale obbligatorio,

- utilizzo di un mezzo di trasporto,

- partenza da un posto di controllo dopo la barriera oraria,

- doping o rifiuto di sottomettersi ad un controllo anti-doping,

- mancata assistenza ad un altro concorrente in caso di difficoltà,

- uso di assistenza personale al di fuori dei punti consentiti,

- abbandono di proprio materiale lungo il percorso,

- mancato rispetto del divieto di farsi accompagnare sul percorso,

- abbandono di rifiuti sul percorso,

- inquinamento o degrado del luogo da un concorrente o da un membro del suo staff,

- insulti, maleducazione o minacce contro i membri dell'organizzazione o dei volontari,

- rifiuto a farsi esaminare da un medico dell'organizzazione in qualunque momento della gara.

art. 16 Reclami.

Sono accettati solo reclami scritti nei 30 minuti che seguono l'affissione dei risultati provvisori, con consegna di cauzione di € 50.00.

art. 17 Giuria.

La giuria è composta:

- dal direttore della corsa,

- dal direttore del percorso,

- dal responsabile della sicurezza,

- dalle persone dell'organizzazione eventualmente coinvolte e convocate dal direttore della corsa.

La giuria è abilitata a deliberare in un tempo compatibile con gli obblighi della corsa su tutti i litigi o squalifiche avvenuti durante la corsa. Le decisioni prese sono senza appello.

art. 18 Modifiche del percorso o delle barriere orarie - Annullamento della corsa.

L’organizzazione si riserva il diritto di modificare in ogni momento il percorso o l’ubicazione dei posti di soccorso e di ristoro, senza preavviso. In caso di condizioni meteorologiche avverse o per altri motivi non dipendenti dall’organizzazione e tali da mettere a rischio la sicurezza dei concorrenti, la partenza può essere posticipata o annullata, il percorso può essere modificato e ridotto, la corsa potrà essere fermata in qualsiasi punto del tracciato.

Le suddette modifiche saranno prese dalla Giuria, sentito anche il parere dei responsabili della sicurezza e dell'equipe medica.

La modifica, la sospensione o l’annullamento della corsa non daranno diritto ai concorrenti ad alcun rimborso della quota di iscrizione.

Art. 19 Carta del percorso.

La carta topografica del percorso, nella sua edizione più aggiornata, sarà disponibile sul sito internet ufficiale della gara www.transdhavet.it. I concorrenti sono invitati a scaricarla e stamparla. In essa vi saranno le informazioni pratiche come gli orari di chiusura dei posti di controllo e la descrizione del percorso. Ogni aggiornamento della carta del percorso verrà pubblicato sul sito ufficiale www.transdhavet.it. Nessuna copia della carta del percorso sarà consegnata con i pettorali ai concorrenti.

art. 20 Assicurazione.

L'organizzazione sottoscrive un'assicurazione di responsabilità civile per tutto il periodo della prova. La partecipazione avviene sotto l'intera responsabilità dei concorrenti, che rinunciano ad ogni ricorso contro gli organizzatori in caso di danni e di conseguenze ulteriori che possano sopraggiungere in seguito alla gara. Al momento dell’iscrizione il corridore deve sottoscrivere una liberatoria di scarico responsabilità.

art. 21 Classifiche e premi.

Verranno inseriti in classifica i soli concorrenti che raggiungeranno il traguardo di Valdagno e che si faranno registrare all'arrivo. Ad ogni corridore verrà consegnato il premio "finisher".

Sarà redatta una classifica generale assoluta uomini e donne per la prova Ultra ed una classifica generale assoluta uomini e donne per la prova Marathon. Verranno premiati con trofei e prodotti i primi cinque classificati maschili e le prime cinque classificate femminili di ogni prova.

Non sono previsti premi di categoria, per la sola prova Ultra saranno menzionati in classifica i primi per ogni categoria maschile e femminile di entrambe le prove, le categorie sono le seguenti: junior (anni di nascita 1999-1995), senior (anni di nascita 1978-1994), veterani 1 (anni di nascita 1968-1977), veterani 2 (anni di nascita 1958-1967) veterani 3 (anni di nascita 1948-1957), veterani 4 (anni di nascita 1947 e precedenti).

E' istituito un premio in memoria di Oriano Dal Molin per il primo concorrente uomo e la prima concorrente donna della gara Ultra che transiteranno al ristoro di Monte Novegno.

E' istituito un premio in memoria di Cristina Castagna per il primo concorrente uomo e la prima concorrente donna della gara Ultra che transiteranno al rifugio Fraccaroli cima Carega.

art. 22 Diritti all'immagine.

Ogni concorrente rinuncia espressamente ad avvalersi dei diritti all'immagine durante la prova così come rinuncia a qualsiasi ricorso contro l'organizzazione, ed i suoi partners abilitati, per l'utilizzo fatto della sua immagine.

Aggiornato al 14.03.17

L’inserimento di eventuali modifiche sarà segnalato nella pagina “news” del sito www.transdhavet.it

logo frITRA MEMBER 1

Partners

alpinicrocerossasoccorsocaivitrash hiLogo-ValdagnoBasket

polisportivaspiritotrail

leoniceno